Stampa
PDF

D Day 30 marzo

on . Postato in Agenda



Cari elettori delle Primarie,

Domenica 30 Marzo 2008

siete invitati a partecipare al DEMOCRATIC DAY:

 
 

Durante questa GIORNATA DEMOCRATICA riapriranno i seggi delle primarie, in ogni piazza, in ogni comune ci saranno gazebo e banchetti per incontrarci di nuovo e prepararci ad affrontare le ultime due settimane di campagna elettorale. Il giro dell’italia nuova di Walter Veltroni ha mobilitato centinaia di migliaia di cittadini e l’entusiasmo di questi giorni cresce insieme alla nostra voglia di farcela: "Si può fare" non è soltanto uno slogan, ma la sensazione che stiamo respirando da un mese a questa parte. La rimonta del Partito Democratico è davvero incessante e Walter Veltroni sta dettando l’agenda politica in modo così autorevole che tutti gli altri partiti sono costretti a rincorrerci. E’ la prima volta che questo accade e dobbiamo saper mettere a frutto tutte le potenzialità a nostra disposizione per vincere questa sfida. Non si tratta di assegnare la vittoria ad uno all’altro schieramento, questa volta si tratta di

FARE L’ITALIA NUOVA

Per questa ragione, proprio perchè è così importante il progetto politico del Partito Democratico, vi chiediamo di farvi parte attiva di questa intensa campagna elettorale e

vi invitiamo

Domenica 30 Marzo 2008 

presso i seggi delle primarie

 per ritirare
 
 il KIT DEMOCRATICO

contenente il materiale elettorale per

CONVINCERE 5 AMICI A VOTARE

PER IL PARTITO DEMOCRATICO

abbiamo bisogno dell’ultimo generoso sforzo di tutti voi per dare al nostro Paese una prospettiva di cambiamento, per governare in modo diverso, per risolvere finalmente i problemi di tutti noi senza veti, senza contrapposizioni ideologiche ma potendo affrontare liberamete i problemi degli italiani

 

IL 30 MARZO E’ L’OCCASIONE PER FAR CRESCERE

IL PROGETTO DI ITALIA CHE VOGLIAMO

E CON IL VOSTRO AIUTO SAREMO IN GRADO DI FARCELA

 

Segue la lettera di Veltroni al popolo delle primarie.

Ci siamo. Siamo arrivati al momento decisivo.

Con la sua nascita, il Partito Democratico ha cominciato a cambiare la politica italiana, lo ha fatto grazie alla tua partecipazione, alla tua passione, che insieme a quella di altri milioni di persone, in una bellissima giornata di ottobre, ha permesso di realizzare il progetto, il sogno, che avevamo nel cuore. Ora abbiamo, fra poche settimane, l’occasione per dare corpo, per tradurre in atti concreti, quella che è la ragione, la missione, il senso stesso del Partito Democratico: cambiare l’Italia, unirla, liberare le sue energie e farla crescere, restituire agli italiani e soprattutto ai giovani, alle nuove generazioni, speranza, fiducia nel futuro, serenità, sicurezza. È stata la tua presenza, quel 14 ottobre, ad avviare il tempo del coraggio e del cambiamento, a darci la forza di candidarci da soli alla guida del Paese, finalmente liberi di presentare le nostre idee, le nostre proposte, il nostro programma di governo. Dopo la nostra scelta tutto si è messo in movimento. È diventato chiaro, evidente, che da una parte c’è il passato, dall’altra c’è il futuro. Da una parte c’è la riproposizione di un film già visto, con gli stessi interpreti, con lo stesso copione, tutto esattamente come prima. Dall’altra la possibilità di uscire dal clima di odio e dalle divisioni di questi ultimi quindici anni, di voltare pagina,di cambiare non semplicemente un governo, ma il Paese. È per questo che io mi sono candidato. Non per ricoprire una carica, ma per contribuire al cambiamento che serve all’Italia. Gli italiani si stanno accorgendo di quanto sia netta, e decisiva, la scelta che faranno il 13 e il 14 aprile. Me ne rendo conto sempre di più ogni giorno, in ogni tappa del viaggio appassionante che mi sta portando in tutte le province italiane. C’è un’Italia viva, c’è un’Italia che è in piedi, ci sono italiani che faticano e lavorano, che studiano, che hanno idee e investono su se stessi per realizzarle, che si occupano degli altri, che fanno sacrifici per mantenere con onestà la loro famiglia. È a tutti loro, è a questa Italia vera, che noi vogliamo parlare. La campagna elettorale è difficile, ma è aperta. Molto più di quanto non si pensasse all’inizio. In poche settimane abbiamo recuperato terreno,e moltissime sono le persone ancora indecise. L’esito non è affatto scritto, e dipenderà da quello che ognuno di noi riuscirà a fare da qui al 13 aprile. Il tuo impegno è fondamentale. Ti chiedo, per questo, di tornare domenica 30 marzo nel circolo, nell’associazione, nella sede dove hai votato alle primarie di ottobre. Lì troverai materiale, opuscoli, vademecum e “istruzioni per l’uso” che ti aiuteranno a partecipare in modo ancora più attivo alle ultime due settimane di campagna elettorale. Il risultato dipende anche da te. Da te dipende quello che insieme potremo fare. Quello che insieme faremo per l’Italia.

Roma, 10 marzo 2008.

Walter Veltroni

 

 

DEMOCRATICA.COM