Stampa
PDF

“Nelle piazze per aprire le porte a una nuova generazione”

on . Postato in Rassegna Stampa



Europee: scontro nazional-populisti e progressisti, il Pd sarà nelle strade
“Noi oggi siamo nelle piazze, facciamo il tesseramento per strada perché vogliamo aprire le porte a una generazione nuova che può e deve tornare”. Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, lo ha detto a Torino in piazza Castello, a uno dei banchetti della mobilitazione che vede impegnato tutto il partito il 5, 6 e 7 aprile, ‘Per amore dell’Italia‘. “Alle prossime europee – afferma Zingaretti – ci sarà uno scontro tra nazional-populisti e forze di sinistra progressiste, e questo deve vedere il Pd protagonista nelle strade”.

Una catastrofe economica, un Paese senza governo
“L’Italia sta passando per un tornante molto pericoloso. La cosa che mi preoccupa di più non è la presenza di politiche sbagliate, ma il fatto che siamo a un crinale nel quale le cose stanno precipitando perché questo Paese non è governato”. Ha detto poi Zingaretti, incontrando i giornalisti a Torino. “Al potere c’è un governo dell’incertezza e delle contraddizioni – aggiunge – che, non assumendosi alcuna responsabilià, se non quella di scambiarsi politiche come le figurine Panini, sta producendo una catastrofe economica e sociale dalla quale ci si rialzerà con moltissima fatica”.

Il governo sta bloccando il Paese ed era facile prevederlo.
Il Pd è l’alternativa per voltare pagina

“La storia del nostro Paese ci parla di una crisi economica drammatica e dell’incapacità di questo Governo che litiga su tutto. C’è un teatrino di scontri politici ormai su tutto”, aggiunge il segretario dem. “Sono mesi che dico che con quei dati dell’economia ci sarebbero stati dei tagli, che infatti sono arrivati. Hanno annunciato il rischio di due miliardi di euro di tagli, di cui 300 milioni sul trasporto pubblico, un colpo durissimo ai pendolari”. Zingaretti ha poi parlato dell’impegno del Pd: “Noi difenderemo la sanità e le persone di questo Paese, sta accadendo quanto temevamo: due forze con idee diverse stanno bloccando il Paese. Noi ci stiamo preparando perché il nuovo Pd è esattamente quello che manca all’Italia: un’alternativa credibile per voltare pagina”, ha concluso.

Pd e Mdp partiti diversi, valuteremo convergenze
“C’è un congresso che è aperto e che ha chiarito che ci sarà un partito nuovo e questo fa chiarezza. È stato discusso per mesi di cose senza senso, di confluenze. Ci saranno due partiti diversi con proprie idee e se ci saranno punti di convergenza lo vedremo questione per questione. La destra invece è divisa su tutto”. Cosi’ Nicola Zingaretti a Torino risponde ai giornalisti sulle alleanze.

DEMOCRATICA.COM