Rassegna Stampa

Padova

Stampa
PDF

«Una galassia di società per evadere il fisco»

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padoova 5 luglio 2012 - Interrogazione di Naccarato e Miotto (Pd) sull’inchiesta Tpa e camorra in Veneto E tra gli ex soci di Caccaro spunta Ruffato, presidente del consiglio regionale (clicca qui per scaricare il testo dell'interrogazione in PDF). Infiltrazioni camorristiche ben consolidate nel tessuto economico del Padovano: con l’arresto dell’imprenditore Franco Caccaro e della moglie Nicoletta Zuanon, titolari della fallita Tpa Trituratori spa, specializzata nel riciclo dei rifiuti, insieme al casertano Cipriano Chianese legato al clan dei Casalesi, emerge l’ennesimo sodalizio con la criminalità organizzata di tipo mafioso che coinvolge l’imprenditoria locale. E spunta il nominativo - sia pure soltanto per ragioni d’affari con il principale indagato, appunto Caccaro - di un’importante carica istituzionale in terra veneta, il presidente del Consiglio regionale Clodovaldo Ruffato, padovano di Santa Giustina.
Stampa
PDF

Primarie del Pd, voto Bersani per guarire l’Italia

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 30 giugno 2012 - di PIERO RUZZANTE Segretario Pd città di Padova - Le primarie che, nel prossimo autunno, coinvolgeranno gli elettori del Partito Democratico e del centrosinistra saranno, innanzitutto, una festa della democrazia e della partecipazione. Il compito di tutti, dal primo dirigente all'ultimo dei militanti, è quello di trasformare questo appuntamento in una straordinaria occasione per la politica di riscattarsi, di ridurre la distanza fra cittadini e istituzioni e di entrare in connessione sentimentale con il Paese, con le preoccupazioni, le paure, le speranze, i sogni dei cittadini italiani. C'è un unico modo per riuscire in questo difficile compito: evitare scontri all'arma bianca, non puntare alla delegittimazione di chi la pensa diversamente, parlare di programmi, far comprendere che la prossima legislatura sarà di ricostruzione morale e materiale dell'Italia, far sentire la nostra gente protagonista di un progetto di riscatto nazionale.
Stampa
PDF

Sinigaglia (Pd): «Abbiamo il dovere di sostenere un progetto di eccellenza»

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 27 giugno 2012 - Dal suo osservatorio privilegiato analizza l'iter che porterà alla realizzazione del nuovo ospedale. Il consigliere regionale del Pd, Claudio Sinigaglia sostiene un progetto che «restituisca a Padova l'eccellenza sanitaria che l'ha resa grande in Europa». Secondo lei quali sono le criticità del progetto di Zaia?  «Il quadro finanziario è ancora molto fragile. La Regione, basandosi su di uno studio di Veronica Vecchi, punta ad affidarsi al privato per una quota pari al 30/40 per cento della somma da investire, circa 200 milioni.
Stampa
PDF

Centro Congressi: il PD attacca la Provincia

Postato in Rassegna Stampa

Gazzettino 28 giugno 2012 - «La giunta Degani ha un solo obiettivo, mettere le dita negli occhi al Comune di Padova». Il Partito democratico va all'attacco. Questo pomeriggio alle 17.30 la Terza commissione consiliare affronterà la questione del «passo indietro» della Provincia sul Centro congressi. Un passo indietro che fa salire sugli scudi i democratici di palazzo Santo Stefano. «In questi anni la Provincia non ha fatto che mettersi di traverso - tuona il consigliere del Pd Paolo Giacon - Dire non al Centro congressi non vuol dire solo fare un dispetto a Comune e Camera di commercio, ma anche andare contro all'interesse delle categorie economiche che, mi auguro, intervengano, magari "armate" di scope tricolori, al prossimo consiglio provinciale in cui si affronterà la questione». «Quando 2 anni fa l'assemblea provinciale ha detto si al progetto del centro congressi - rincara la dose il capogruppo del Partito democratico Fabio Rocco
Stampa
PDF

Lavoro, una buona riforma

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 27 giugno 2012 - Oggi la Camera approverà la riforma del lavoro. Al di là delle polemiche degli ultimi mesi, si tratta di un provvedimento atteso, che regolamenta - finalmente - le molteplici condizioni contrattuali oggi in vigore. L’obiettivo è favorire un modello competitivo basato sull’inclusione di tutti i tipi di lavoratori, estendere i diritti e gli ammortizzatori sociali e valorizzare la formazione per aumentare la qualità del lavoro. Dopo anni di norme a favore della precarietà, la nuova legge torna a riconoscere il rapporto a tempo indeterminato come “contratto dominante”. Sul fronte dell’ingresso nel mondo del lavoro, la riforma cancella le parti delle leggi Treu e Biagi che avevano precarizzato eccessivamente i contratti favorendo, di fatto, solo la flessibilità in uscita.

UNITÀ.TV